Problemi post lavaggio: perché il bucato puzza?

Capita a volte di usare detersivi e ammorbidenti profumatissimi e di ritrovarsi a fine lavaggio un bucato maleodorante. Perché succede?

A volte il bucato nonostante sia stato lavato accuratamente non profuma, anzi ha un odore sgradevole. In altri casi capita che i capi escano profumati dalla lavatrice ma poi una volta asciutti ed utilizzati (asciugamani, maglie, magliette) sprigionino un odore non proprio piacevole (sudore, umidità).

La causa potrebbe essere la lavatrice. Probabilmente si è verificato un accumulo di residui di detersivo/ammorbidente e di sporco. Circostanza abbastanza comune quando si ha l’abitudine di utilizzare  basse temperature per il lavaggi.

E’ ora di igienizzare la lavatrice

In commercio ci sono svariati prodotti indicati per la cura e la pulizia della lavatrice. In alternativa possiamo utilizzare anche la candeggina o se preferiamo una soluzione eco-friendly possiamo utilizzare dell’acqua ossigenata a 36 volumi.

✅ Effettuiamo un lavaggio a vuoto con la candeggina a 30/40° (aggiungendo 2/3 tazze di candeggina nel cassetto detersivi) o acqua ossigenata a 40 volumi (aggiungine 2/3 cucchiai nella vaschetta del detersivo). A fine lavaggio avviamo un secondo ciclo senza aggiungere nulla per eliminare eventuali residui.
✅ Puliamo la guarnizione, la vaschetta dei detersivi e il filtro.
✅ Evitiamo di lasciare il bucato all’interno della lavatrice a lungo.
✅ Lasciamo sempre aperta la porta oblò  per permettere l’asciugatura e la circolazione di aria nel cestello.

Un problema persistente

Se dopo aver effettuato la pulizia della lavatrice, gli indumenti continuano comunque ad avere cattivo odore, proviamo a lavarli con il carbonato di sodio (Soda Solvay) da non confondere con il bicarbonato di sodio.
E’ un prodotto ecologico ed economico, molto efficace per neutralizzare i cattivi odori.
✅ Basterà aggiungerne 1 cucchiaio colmo per i colorati e 2 cucchiai per i bianchi durante il normale lavaggio.